Con Vattinn’ la sicurezza è elegante


Ulturale è il primo brand al mondo a ideare e commercializzare una “safety tie”, una cravatta con mascherina integrata, che in caso di necessità può essere utilizzata per proteggersi il volto senza rinunciare all’eleganza

Una cravatta bella e sicura. Di alta classe, ma capace all’occorrenza di fornire anche un’efficace protezione per la propria salute. A prima vista, sembrerebbe una richiesta impossibile da soddisfare: probabilmente una cravatta del genere in commercio non esiste nemmeno. E invece non è così. Merito di Ulturale, che ha ideato e realizzato un prodotto unico nel suo genere: una “safety tie”, ovvero una cravatta con mascherina integrata, che in caso di bisogno può essere indossata per proteggere le vie respiratorie senza rinunciare a nulla sul fronte dell’eleganza. Si chiama Vattinn’, ed è la grande novità del catalogo Ulturale di quest’anno, leader mondiale nelle cravatte di alta sartoria che conferma la sua capacità di innovare pur rimanendo legata ai valori della tradizione, facendo convivere il lusso e l’artigianato.

Un’esigenza quotidiana

Come spesso accade, tutto è nato da un’intuizione fugace. Il maestro Vincenzo Ulturale e i suoi collaboratori si sono domandati cosa succederebbe se qualcuno, sprovvisto di mascherina, avesse bisogno di proteggersi le vie respiratorie potendosi arrangiare solo con quello che indossa. La risposta è venuta quasi naturalmente: «La cravatta può essere la soluzione giusta». Idea azzeccata: a differenza della giacca, una cravatta non viene mai tolta nel corso della giornata lavorativa, e quindi è particolarmente adatta a sostituire una mascherina in caso di bisogno. Inoltre, riuscire a trasformare in mascherina la parte posteriore della cravatta (il codino) la proteggerebbe da ogni potenziale contagio, tenendola lontana da altre superfici. Partendo da queste idee, la squadra di Ulturale si è messa subito al lavoro, con l’obiettivo di arrivare a un modello che potesse fornire protezione in un’ampia gamma di situazioni (perché, se è vero che in Occidente abbiamo scoperto l’utilità della mascherina solo di recente, in altre parti del mondo essa viene usata anche in circostanze normali, ad esempio quando ci si trova in contatto con una persona che manifesta sintomi influenzali).