Un foulard per ogni occasione


Stile

Elegante, colorato e versatile: il mitico fazzoletto continua a essere un accessorio prezioso per esprimere il proprio stile

Da Jackie Kennedy a Carrie Bradshaw, da Audrey Hepburn alle influencer di oggi: ad accumunare le dive del passato e quelle del presente è la passione per un accessorio che non passa mai di moda, capace di dare un tocco chic a qualsiasi look: l’intramontabile foulard!

Foulard: alle origini del mito

Il mitico fazzoletto quadrato prende il nome dal francese “foular”, ossia “follare”, un termine tecnico che indica un particolare processo di lavorazione che rende il tessuto più compatto e resistente. Le sue origini si perdono nel tempo: se all’inizio nacque come accessorio maschile (utilizzato addirittura in ambito militare) per poi venire adoperato dalle contadine per proteggere il capo dal sole e dalle intemperie, negli anni Trenta si trasformò in un vero e proprio capo alla moda, destinato a diventare iconico tra i Cinquanta e i Sessanta. Jackie Kennedy aveva l’abitudine di legarlo attorno al viso abbinandolo a grandi occhiali da sole, Grace Kelly non vi rinunciava nemmeno quando era ingessata, usandolo come benda per sorreggere il braccio. Audrey Hepburn, dal canto suo, lo utilizzava per decorare il cappello, come in Colazione da Tiffany.

Al collo, con fantasia: come indossare il foulard

E questi non sono che alcuni dei tanti modi in cui un foulard può essere indossato. Ecco a voi, allora qualche idea sfiziosa per sfoggiare questo accessorio mettendo a frutto la sua grande versatilità, che lo rende adatto a una serata elegante così come a una giornata in spiaggia. Il segreto è sceglierlo sempre in base ai suoi colori più che alla fantasia o al disegno: una volta piegato o annodato, saranno loro a spiccare sul vostro outfit.

L’uso più classico del foulard prevede di portarlo al collo. Se si indossa una camicia bianca o un abito scollato, si otterrà subito un effetto sofisticato. Basterà ripiegare il fazzoletto quadrato su sé stesso in modo che formi un triangolo, per poi legarlo attorno al collo e lasciare il nodo al centro o al lato, a seconda dei gusti. Se il foulard è ampio, potete anche chiuderlo con un bel fiocco o lasciare che un’estremità del nodo copra la spalla. Infine, potete servirvi di un anello di legno o di metallo per chiuderlo in modo simmetrico e ottenere così un effetto ancora più elegante.

Foulard: gli usi alternativi

Un uso alternativo del foulard ci consente di trasformarlo in una cintura molto chic. Sarà sufficiente arrotolarlo su sé stesso lungo la diagonale per ottenere una fascia colorata da infilare nei passanti di un pantalone o da stringere attorno alla vita di un vestito a tinta unita.

Con un abito che lascia la schiena scoperta, indossato magari in una cerimonia, un foulard di grandi dimensioni può diventare una raffinata stola. Basterà poggiarlo sulle spalle perché funga, appunto, da coprispalle: attenzione, però, che il vestito sia a tinta unita o la sovrapposizione di fantasie potrebbe risultare eccessiva.

Il foulard può farsi prezioso e diventare un vero e proprio gioiello di seta. Legato attorno al polso si trasforma in un raffinato bracciale, attorno alla caviglia – in estate – in una cavigliera da sfoggiare con pantalone cropped e scarpa flat. Potete anche divertirvi a creare una maxi-collana in tessuto, annodandolo un paio di volte e poi legandolo alle due estremità.

Per un effetto vintage, invece, il foulard può essere annodato attorno al manico di una borsetta in perfetto stile ladylike, oppure su di un cappello di paglia a tesa larga, per risultare subito country-chic.

Foulard, anche un sofisticato copricapo

Perché non portarlo, infine, direttamente tra i capelli? Il foulard è un ottimo accessorio per dare un tocco sofisticato alle vostre acconciature: legato a fermare una semplice coda di cavallo, ad esempio, oppure uno chignon, o – ancora – infilato in una treccia in stile Frida Kahlo. Arrotolato a mo’ di bandana può diventare una colorata fascia per capelli, mentre le più audaci potranno avvolgerlo attorno al capo come un turbante.

Basterà, invece, legarlo sotto il mento e indossare un paio di occhialoni da diva per trasformarsi subito in Susan Sarandon in Thelma & Louise… più iconico di così!

E gli uomini? Anche loro possono indossare un foulard per un look ricercato e originale. Con un abito scuro sartoriale, sotto una giacca o annodato come una sciarpa farà di sicuro la sua figura.

Scopri i nostri foulard più venduti